Verso definizione nuove regole cattura pesce spada ma partita quote aperta

Share:
pesce-spada

Per la pesca del pesce spada in arrivo nuove norme che ne regolano l’attività di prelievo. Lo rende noto l’Alleanza delle Cooperative pesca che ha partecipato presso il Mipaaf ad una riunione in vista della definizione del decreto nazionale sulle misure tecniche per l’attività di pesca, che recepisce la raccomandazione Iccat 16-05, adottata in Portogallo a novembre. Si tratta, precisa l’Alleanza, di misure relative alla lista dei porti autorizzati, ai periodi di chiusura, alla taglia minima, alle misure di tracciabilità e controllo. Ma la partita più importante, sottolinea l’Alleanza, è quella che si gioca a Bruxelles per la distribuzione delle quote tra i singoli stati.

“Auspichiamo – afferma l’Alleanza- che venga sempre mantenuta alta l’attenzione delle Istituzioni politiche ad ogni livello perché il futuro della pesca italiana si gioca adesso, in una partita in cui l’Italia rischia di venire danneggiata in maniera assolutamente iniqua, a tutto vantaggio di alcuni paesi come Turchia e Marocco ma, anche di realtà comunitarie come la Spagna”.

Per scongiurare questo pericolo, l’Alleanza chiede che venga adottato un criterio di ripartizione che tenga conto della reale produzione di ogni singolo paese e che vede l’Italia quale principale produttore europeo di spada con circa il 40% delle produzioni mediterranee.

Previous Article

Pesca: Federcoopesca, al via tavolo interministeriale per stop emergenza porto Pila

Next Article

Alleanza Cooperative Pesca: tavolo di consultazione presso Mipaaf è ‘casa’ comune per economia blu

Leggi anche: