News

Fermo Pesca 2022

E’ stato registrato dall’Ufficio Centrale di Bilancio il decreto n. 70970 del 15 febbraio 2022 recante le disposizioni in materia di interruzione  temporanea obbligatoria delle attività di pesca per l’annualità 2022 e la modifica del decreto del 16 febbraio 2017 sulle misure di gestione in materia di catture bersaglio della specie alalunga del Mediterraneo.

Aiuti alle imprese di pesca che effettuano l’interruzione temporanea obbligatoria

ll Decreto Direttoriale n. 248839 del 28 maggio 2021 recante Individuazione delle risorse e dei criteri per l’erogazione degli aiuti alle imprese di pesca che effettuano l’interruzione temporanea obbligatoria di cui al Decreto Ministeriale n. 13128 del 30 dicembre 2019 è stato registrato dall’Ufficio Centrale del Bilancio il 10 giugno 2021 e dalla Corte dei […]

Fermo Pesca 2021

E’  stato registrato, dall’Ufficio Centrale del Bilancio il 03 giugno 2021 e dalla Corte dei conti il 10 giugno 2021,  il Decreto n. 229107 del 18 maggio 2021  recante le disposizioni in materia di interruzione temporanea obbligatoria delle attività di pesca esercitate mediante l’utilizzo di attrezzi trainati “reti a strascico a divergenti (OTB)”, “reti gemelle […]

Normative

Decreto Fermo Pesca 2022

E’ stato registrato dall’Ufficio Centrale di Bilancio il decreto n. 70970 del 15 febbraio 2022 recante le disposizioni in materia di interruzione  temporanea obbligatoria delle attività di pesca per l’annualità 2022 e la modifica del decreto del 16 febbraio 2017 sulle misure di gestione in materia di catture bersaglio della specie alalunga del Mediterraneo.

FLAG Lazio Mare Centro – Avviso pubblico

Il FLAG Lazio Mare Centro ha pubblicato l’avviso pubblico per la presentazione delle domande di sostegno in attuazione dell’Azione 4A “Miglioramento della sicurezza della navigabilità del porto di Anzio”.

Sondaggio

Ti piace il nostro sito

Loading ... Loading ...

Tonno Rosso: delusi per mancato risarcimento deciso da Corte Ue

Author: Nessun commento Share:

“Ci sono voluti ben nove anni per avere risposte dalla giustizia europea alla richiesta di risarcimento del settore tonniero italiano, legata alla chiusura anticipata della campagna di pesca 2008.  Una chiusura anticipata applicata a tutte le flotte ad eccezione di quella spagnola che ha lavorato una settimana in più. Siamo profondamente delusi per la sentenza definitiva che nega il risarcimento e penalizza le imprese tonniere nazionali, ponendosi su posizioni opposte a quelle del Tribunale di primo grado, che aveva rilevato disparità di trattamento”.

Così Federcoopesca-Confcooperative commenta la sentenza della Corte di giustizia UE che respinge la richiesta di risarcimento dei pescatori italiani. “E dopo il danno la beffa, visto che i pescatori che hanno presentato ricorso sono stati condannati, su esplicita richiesta della Commissione, al pagamento delle spese processuali” conclude Federcoopesca.

Articolo precedente

Reg.(UE) n. 2019/982 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 5 giugno 2019 che modifica il Reg.(UE) n. 1343/2011

Prossimo Articolo

Nasce il primo Flag del Lazio. Federcoopesca: “puntiamo tutto su blue economy”

You may also like